Travel blogger ? Cos’è e quali sono i primi passi?

blogger

Un travel blogger vive girando il mondo a costi molto ridotti. Quali sono le competenze per diventarlo?

1 Cos’è un travel blogger ?

2 Come si diventa travel blogger?

3 Il personal branding

4 Il blogging

5 Fotografia e video

6 I migliori social per un travel blogger?

7 Come si guadagna con un blog di viaggi?

8 Viaggiare gratis

9 Conclusioni

blogger
Travel blogger

Cos’è un travel blogger ?

Quando si viaggia si ha l’abitudine di acquistare dei piccoli souvenirs e fare foto per ricordarci e rivivere le esperienze che abbiamo vissuto.

Con la nascita dei blog si ha la possibilità di annottare tutto delle proprie esperienze anche virtualmente nei travel blog.

Un travel blogger ama condividere i propri viaggi, i propri consigli e le proprie foto.

Oramai questo è diventato un vero business online.

Come si diventa travel blogger?

Per aprire un blog che abbia successo e ,magari, iniziare a viaggiare gratis ci vogliono alcune competenze da acquisire o sviluppare. Vediamo cosa bisogna fare!

La prima cosa da fare è stabilire a quale categoria di persone ti rivolgerai ovvero il tuo target. Ricorda che una comunicazione che non abbia un target specifico solitamente non funziona in quanto troppo dilazionata.

La comunicazione non è solo scrittura ma anche il famoso storytelling, le immagini e i video.

Il personal branding

Il termine viene fatto risalire ad un articolo di Tom Peters del 1997. Il personal branding può essere definito come ciò che viene detto, sentito e pensato a livello collettivo dalle persone su di voi e sui servizi che offrite.

Il brand è sia il nome attraverso il quale si è riconoscibili, sia una connotazione emozionale. Parliamo di ciò che evoca nel cliente il significato del brand.

Lo si può immaginare come un processo attraverso cui una persona definisce i punti di forza (conoscenze, competenze, stile, carattere, abilità, ecc.) che la contraddistinguono in modo univoco.

Il personal branding adotta le tecniche del Marketing per promuovere l’identità delle singole persone. L’obiettivo è il brand positioning ovvero, posizionare nella mente dell’utente il brand associato a una precisa peculiarità o ad un concetto ben distinto.

Il personal branding permette di influenzare l’utenza per aumentare la propria reputazione sul web.

I professionisti utilizzano software di monitoraggio della reputazione digitale per monitorare le tendenze dei propri follower.

Con il branding puoi condividere i tuoi valori, creare relazioni, generare empatia e fiducia, differenziarti dai competitor e magari stringere collaborazioni e partnership con i vari brand.

Il blogging

Dovrai innanzitutto acquistare un dominio e un hosting, poi iniziare a pubblicare i tuoi contenuti. Dovrai studiare anche le basi della SEO, del copywriting, dell’email marketing.

Il digital marketing è fondamentale per creare un blog di successo.

Fotografia e video

Le immagini sono un punto di forza di questo mestiere. Saper ispirare è fondamentale e cosa c’è di meglio per farlo se non sfruttare dei buoni contenuti?

Le tue foto e i tuoi video devono avere un’ottima qualità e devono raccontare una storia, ispirare a partire.

I social media sono un terreno fertile su cui condividere i tuoi contenuti, quindi imparare anche un po’ di social media marketing non è una cattiva idea.

I migliori social per un travel blogger?

Molto probabilmente Instagram è uno dei migliori per aiutarti con il tuo lavoro. Sii paziente e costante.

Non forzare i tempi e non demoralizzarti. Crearsi un business online non è certamente semplice.

Come si guadagna con un blog di viaggi?

Abbiamo già visto in un precedente articolo questo punto ma ci tengo a riproporli qui.

  • Affiliazioni

Numerosi programmi di affiliazione ti fanno sponsorizzare un determinato prodotto o servizio in cambio una commissione in caso di vendita o di click sul link. Parliamo di strutture turistiche ed hotel, attrezzatura da viaggio, piattaforme di comparazione prezzi oppure compagnie di volo.

  • Partnership

Funziona stringendo una collaborazione in cambio di un articolo o delle foto per i tuoi social.

  • Banner pubblicitari

Un altro metodo è inserire dei banner pubblicitari attraverso programmi come Google AdSense. Dopo esserti iscritto al programma, riceverai un codice da inserire sul tuo blog per inserire alcuni banner. Potrai ricevere una piccola somma per ogni visualizzazione, click o vendita. Ovviamente parliamo di pochi centesimi.

Viaggiare gratis

Per riuscire a farci rimborsare i nostri viaggi, la cosa più importante è creare una community solida, costituita da relazioni genuine. Una volta costruito un buon seguito di follower, probabilmente i brand riconosceranno la nostra influenza e nasceranno le prime collaborazioni.

Per imparare qualcosa il modo migliore è farlo studiando dai migliori. Lasciati ispirare dagli altri travel blogger per creare il tuo stile.

Conclusioni

Abbiamo visto cosa è un travel blogger, cosa è il personal branding e come aprire un blog di viaggi. Ora tocca a te!