Videochiamate di gruppo: trend in crescita

videochiamate di gruppo

Videochiamate di gruppo ovunque: ecco come stiamo affrontando questa quarantena. C’è chi utilizza questo strumento per un aperitivo virtuale, chi per giocare. Non poter uscire di casa ci ha fatto capire chi ci manca davvero, di chi non possiamo proprio fare a meno.

Ci siamo tutti ulteriormente avvicinati al digitale, e così anche le nostre uscite e party hard si sono spostati sul web. Videochiamiamo chiunque, e le aziende che offrono tale servizio stanno cavalcando un trend sempre più in crescita.

Ma non sono per momenti di svago; le videochiamate di gruppo sono uno strumento utilissimo anche per il lavoro. Con l’incremento dello Smart working, sono un mezzo indispensabile per riuscire a proseguire con il proprio lavoro: uno su tutti, l’insegnamento.

La chiusura delle scuole fino a data da destinarsi ha reso necessario la didattica a distanza; milioni di studenti e insegnanti di ogni ordine e grado sono chiamati a collegarsi online a seguire le lezioni e interrogazioni, che hanno pieno valore ai fini del rendimento annuale. Le università non fanno eccezione, e molti laureandi hanno dovuto discutere la propria tesi tramite videocall.

Se per molti le videochiamate sono ancora una bella novità tutta da scoprire, per alcune categorie di lavoratori sono pane quotidiano, e non recentissimo. Parliamo dei freelance, e di chiunque lavori da remoto; gli strumenti digitali sono indispensabili per operare e tenersi in contatto con i colleghi o clienti.

Videochiamate di gruppo: a ciascuno la sua app

Che sia per svago o per lavoro, esistono molte applicazione che consentono di videochiamare. Vediamo insieme quali sono le più usate anche in virtù delle finalità d’utilizzo.

videochiamate di gruppo

La prima che vi viene in è mente è stata Whatsapp, ammettetelo. Non è poi così sbagliato. L’app, in ambito social media, resta la più quotata da milioni utenti, sopratutto nel caso di chiamate con gli amici. Si possono aggiungere fino a a 4 persone ed è si usa solo via mobile. Ma questi due ‘punti di forza’ sono, paradossalmente anche i suoi limiti, rendendo l’app improponibile per riunioni di lavoro.

Tutti almeno una volta abbiamo usato Skype, soprattutto per lavoro, in quanto può supportare fino a 50 persone, dopodiché l’audio comincia a vacillare. Skype è una buona opzione per chi ha necessità di videochiamare poche persone per lavoro.

And the winner is.. Zoom! Alzi la mano chi la conosce. L’app non conosce limiti nei dispositivi; può essere scaricata su mobile, tablet e desktop, ed è considerata come la migliore scelta per le riunioni di lavoro, in quanto si possono invitare fino a 100 persone. Anche per questo è uno strumento scelto anche per insegnare a distanza.

E tu quale app utilizzi per le videochiamate? Scrivicelo nei commento!