Editor wordpress: come utilizzare il nuovo editor Gutenberg

Editor wordpress

Editor WordPress: come si utilizza il nuovo editor Gutenberg? E’ questo che si stanno chiedendo tantissime persone che sul web possiedono un proprio sito. Con la guida di oggi cercheremo in ogni modo di levarvi ogni dubbio a riguardo. Pronti cari lettori a scoprirne di più?

Editor wordpress: come utilizzare il nuovo editor Gutenberg sul proprio blog

Come sicuramente la maggior parte di vo sarà a conoscenza Gutenberg non è altro che il nuovo editor che è stato scelto per WP attivo di base a partire dalla versione numero 5 del CMS, rilasciata a fine del 2018. Detto questo, nonostante diverse persone a primo impatto si sono ritenute scettiche e varie paure che si hanno all’inizio, Gutenberg man mano sta conquistando sempre più utenti che ora non ne possono più fare a meno. Rispetto al debutto, va sottolineato che la situazione è cambiata e non poco in positivo: il numero di funzioni è aumentato e quasi tutti i plugin più popolari è compatibile da tempo con il nuovo editor.

Se il nuovo editor non vi piace, potete comunque cambiarlo quando lo ritenete più opportuno ritornando a quello vecchio, al classico che ad oggi è sicuramente ancora il più amato in assoluto. Anche oggi come oggi, infatti, per chi non lo sapesse, usando le recenti versioni di WP che vengono rilasciate con tanto di aggiornamenti. Basta solamente procedere all’installazione e abilitazione del plugin che prende il nome di classic editor per poter scegliere di usare la modalità vecchia di inserimento dei post. Tutto molto semplice come avete potuto constatare voi stesso.

Gutenberg: come installarlo e iniziare ad utilizzarlo

Il primo passo da compiere è semplicissimo. Bisogna installare il plugin Classic Editor e successivamente attivarlo. Di seguito dovete andare alla sezione che prende il nome di Plugin – aggiungi nuovo per installare il plugin Gutenberg. Con tutta probabilità avrete modo di vederlo già fra i plugin messi in evidenza, caso contrario basta cercarlo scrivendo semplicemente il proprio nome nell’apposito campo di ricerca. Proseguendo basta fare un tap sul tasto installa ora e di seguito su quello attiva.

Una volta provveduto ad installare il plugin chiamato Classic Editor, nella sezione chiamata impostazioni – scrittura di WP, è ora presente un’altra voce dedicata ai settaggi editor classico che vi permette in men che si dica di selezionare in base alle vostre preferenze di usare il consueto editor che tutti conoscete o eventualmente fare affidamento al nuovo editor Gutenberg impostandolo come quello principale. In questa circostanza, volendo provare l’editor nuovo optate per l’opzione numero due e in basso nella pagina per rendere effettive le modifiche cliccate sulla voce salva.

Creare il primo contenuto con l’editor Gutenberg

A questo punto potete creare il vostro primo contenuto usando l’editor Gutenberg. Basta semplicemente creare nuovo post per poter usare il nuovo editor di WordPress. Come noterete fin da subito l’interfaccia è completamente differente rispetto a quella tradizionale di un post o pagina WP.

Inizialmente vi sentirete smarriti anche perché non c’è alcuna presenza di quei campi e testi ai quali in molti sono abituati da tantissimo tempo. Con il passare del tempo vi renderete comunque conto che usare Gutenberg è semplicissimo. Ovviamente come in tutte le cose serve fare un po’ di pratica poi il resto viene da se’. Utilizzare tale strumento in poco tempo vi verrà sempre più facile potete starne certi.

Una volta che avete inserito il titolo e qualche paragrafo di testo si può notare una caratteristica principale di Gutenberg, ovvero i blocchi che si creano. Nell’editor nuovo infatti ogni contenuto che si scrive o elemento viene considerato a tutti gli effetti un blocco. Il primo paragrafo è un blocco, il secondo lo stesso e via dicendo. In base al contenuto che avete intenzione di realizzare con il nuovo editor si possono inserire blocchi inerenti ai paragrafi, ma anche:

  • Immagini;
  • Intestazioni ecc..

Rispetto al vecchio editor, dove ogni contenuto di un post o pagina è inserito in una singola zona di testo, utilizzando Gutenberg ogni elemento singolo di contenuto viene gestito e rappresentato da un blocco. Il tutto va a mettere a disposizione dell’utente un vantaggio non di poco conto quello di impostare delle specifiche proprietà per ogni blocco che si crea. Questo vuol dire possibilità di personalizzare e gestire ogni porzione di un post o pagina in maniera più flessibile e facile rispetto a quando succedeva in passato con il vecchio editor.

Conclusioni

Quanti di voi hanno abbandonato il vecchio editor per passare al nuovo? Come vi siete trovati? Oppure semplicemente siete rimasti fedeli sempre all’editor vecchio? A voi affidiamo i commenti.

E’ consigliata anche la lettura di quest’altro post dedicato sempre a WordPress: Come funziona WordPress? E’ il miglior CMS? La guida completa